Lugliano

Situato a 401 metri sul livello del mare, dista cinque chilometri e mezzo dal capoluogo, raggiungibile dalla statale del Brennero, appena passato il ponte sul torrente Buliesima.

Questa antica roccaforte della famiglia dei Suffredinghi domina la vallata della Lima e Ponte a Serraglio.
La struttura medievale del paese è tuttora ben riconoscibile con una strada che costeggia tutto il muro di cinta detta dai paesani “fil di cima, fil di mezzo, fil di fondo”.

La parte più antica del paese è appunto il Castello posto alla sommità.
Una tradizione popolare vuole che il primo nucleo del paese sia sorto sull’area occupata da un bosco sacro a Giano (lucus Jani); altri affermano che in origine questa terra fosse appartenuta ad un colono romano di nome Lollius, il dibattito rimane aperto anche se sullo stemma del paese compare il simbolo del Giano bifronte.

La storia di Lugliano

Lugliano è ricordato per la prima volta in una pergamena dell’Archivio arcivescovile di Lucca dell’anno 853 e ancora in una del 939 ed in due del 983.

Fu feudo della famiglia dei Suffredinghi che lo tenne fino al momento del loro bando dal territorio di Lucca avvenuto nel 1209. Divenuto feudo imperiale nel 1244 fu ceduto dall’Imperatore Federico II di Svevia al Comune di Lucca e da quel momento il paese seguì le sorti di quella città.

La chiesa parrocchiale era anticamente dedicata a San Martino ma già dal 1269 risulta intitolata a San Jacopo Maggiore.
Ha subìto nel corso del tempo ampliamenti e restauri: nel 1118, nel XIV secolo, nel 1854 e di nuovo nel 1915.
L’interno della chiesa è a tre navate con colonne di pietra e capitelli ionici; un altare custodisce una Madonna in trono con bambino in terracotta invetriata di scuola robbiana. L’organo al suo interno è del 1888, ed è della fabbrica di organi Evaristo Santarlasci.
Sul piazzale della chiesa sorgono
due oratori dedicati al SS. Nome di Gesù ed alla Natività di Maria.

Sulla piazza centrale del paese è posta una fontana eretta nel 1825 con il contributo di due cittadini britannici Lord Sandon e Lady Bule. Questi trascorrevano lunghi periodi d vacanza nella Villa Politi situata nel centro del paese. Quest’ultima dal 1950 è di proprietà delle Suore Barbantine.
La famiglia Politi è ricordata già dal secolo XVI, in qualità di commercianti di seta e nel secolo XVIII decisero di costruire il palazzo dotandolo di un giardino all’italiana con un labirinto di bossolo ed un frassino secololare.
Dal giardino della villa si gode un’ottima visuale su tutto il colle termale dei Bagni di Lucca.

Nel 1876 venne inaugurato a Lugliano un osservatorio meteorologico (che funzionò fino a qualche anno prima della prima guerra mondiale), a cura di padre Filippo Cecchi dell’Osservatorio Ximeniano di Firenze.

Personaggi celebri

Cosa vedere a Lugliano

Durante la vostra visita a Lugliano potrete ammirare varie attrazioni come l’attrazione uno, l’attrazione due e l’attrazione tre.

Dove Mangiare a Lugliano

Durante la vostra visita a Lugliano potrete assaggiare piatti tipici della nostra cucina nei ristoranti del paese come Ristorante uno, Ristorante due, ristorante tre, Ristorante quattro, Ristorante cinque e Ristorante sei.

Dove Dormire a Lugliano

Durante la vostra visita a Lugliano potrete decidere di alloggiare all’agriturismo i Quattro Fiori o alla Casa Vacanze da Nonna Norma.

Cosa Fare a Lugliano

Durante la vostra visita a Lugliano potrete fare attività come Attività 1, Attività 2 e Attività 3.

Dove Fare acquisti a Lugliano

Durante la vostra visita a Lugliano potrete fare acquisti dal Tabacchino e nel forno del paese.

Sito web ufficiale

Sito ufficiale

Gli altri paesi di Bagni di Lucca

Mappa